Visto Lavoro India

india mix

Passaporto

  • la validità minima richiesta è di 6 mesi

  • 3 pagine libere anche non consecutive

  • il passaporto deve essere firmato dal titolare

  • Il vecchio passaporto annullato dalla Questura di riferimento. Nel caso il passaporto annullato non è stato rilasciato, bisogna presentare un’autodichiarazione in inglese nella quale deve essere specificato che il passaporto e’ stato ritirato dalla Questura

  • Se il passaporto ha meno di 6 mesi occorre presentare una dichiarazione in inglese

scarica modello dichiarazione nuovo passaporto: Clicca quì

Foto

  • 2 foto tessera identiche

  • dimensioni richieste cm 5×5 su sfondo bianco

Attenzione le foto devono avere un piccolo margine bianco sopra la testa,il consolato non accetta foto con parte del capo tagliata, devono essere integre ovvero senza pinzature, lasciatele attaccate al modulo con un fermaglio metallico.

Ci pensiamo noi ad applicare la foto sul modulo

Istruzioni per l’upload della foto

prima di iniziare la compilazione del modulo per la richiesta del visto per l’India, la foto deve essere scansionata e salvata sul proprio computer, salvata in formato jpg, con dimensioni minime 350×350 pixel e massime 1000×1000 pixel, peso massimo 350 kb.

Documenti per ottenere il visto Affari India

Lettera ditta italiana:

Va indirizzata all’ufficio consolare dove si presenta

Piazza Paolo Ferrari 20121 Milano
Via XX Settembre, 500187 Roma

Deve essere redatta in inglese su carta intestata dell’azienda, che indichi chiaramente

  • Il campo di attività dell’azienda.

  • Una breve presentazione della società.

  • Fatturato annuo della società.

  • Il motivo della natura del viaggio,

  • il nome e l’indirizzo della controparte indiana ed infine il nome e la qualifica  del funzionario che firma.

  • Indicare in maniera dettagliata la natura del rapporto tra le due società (un semplice business discussion non verrà accettato)

  • Data d’ingresso e di uscita del primo viaggio in India

  • Dichiarazione che ogni ingresso non eccederà i 30 giorni

Il visto deve essere obbligatoriamente richiesto per ingressi multipli per 12 mesi

La lettera dovra’ pervenirci in originale più una copia

Scarica il Fac Simile della lettera clicca qui

La lettera deve  riportare in calce il timbro della società, ed il nome, cognome, qualifica, e firma di un dirigente italiano per ogni richiedente

Visura Camerale, tradotta in inglese rilasciata dalla Camera di Commercio, vidimata da non più da 6 mesi (Per Milano e possibile che andrà fatta tradurre in inglese a cura di un’agenzia di fiducia del consolato indiano di Milano, vi indicheremo noi se sarà necessario, una volta ricevuto l’invito indiano )

Contratto (in originale stipulato dall’azienda indiana e il titolare del passaporto) deve essere autenticata da un notaio indiano.

  • Curriculum vitae in inglese

  • Copia del titolo di studio

Lettera invito ditta indiana

Va intestasta all’ufficio consolare indiano di Milano o Roma a secondo di dove va presentato la richiesta

Piazza Paolo Ferrari 20121 Milano
Via XX Settembre, 500187 Roma

Deve essere redatta in inglese su carta intestata dell’azienda che invita ( 2 copie )

Deve indicare:

  • Il campo di attività dell’azienda.

  • Una breve presentazione della società.

  • Fatturato annuo della società.

  • il motivo, le date del viaggio,

  • sfera di attività della società italiana

  • indicare il nome della persona invitata e la sua posizione all’interno della società italiana

  • Indicare in maniera dettagliata la natura del rapporto tra le due società (un semplice business discussion non verrà accettato

  • il nome e la qualifica  del funzionario che firma

  • riportare la data d’ingresso e di uscita del primo viaggio in India

  • La lettera deve riportare la seguente dicitura: ”We take full responsibility for the activities anc conduct of Mr ____ National of _____ ,during his stay in India. If anything adverse come sto notice during this period. We undertake to repatraite him on our cost. We also take all responsabilities on account of financial obligation and income tax liabilities of applicant as provided under the Income tax Act Of India, 1061.”

  •  timbro della società, nome, cognome, qualifica, e firma del dirigente indiano

  • Certificate of incorporation della società indiana (corrisponde alla nostra iscrizione alla camera di commercio)

modulo consolare

La richiesta di visto per affari va fatta tassativamente per 12 mesi con ingressi multipli
Periodo di validità: 12 mesi

  • compilazione online sul sito del consolato indiano : clicca qui

  • compilare anche i campi non obbligatori “designation/rank” e i numeri di telefono

  • upload della foto

Una volta compilato il modulo on-line va stampato, e vanno apposte due firme: la prima subito sotto lo spazio della foto (rimanendo dentro il riquadro), la seconda in calce al modulo.

Le firme apposte sul modulo devono essere uguali a quella apposta sul passaporto

Nota Bene: per i cittadini italiani con doppia nazionalità occorre presentare entrambe i passaporti

Per la compilazione del modulo vi diamo una mano noi!!

Per i cittadini stranieri

il consolato Indiano richiede per i cittadini stranieri un documento che deve dimostrare la residenza in italia da piu’ di 2 anni
Copia certificato di residenza storico, carta d’identita’ o permesso di soggiorno
si dovrà compilare anche il modulo telex clicca qui per Roma  Milano

competenza territoriale:
I residenti dalla Toscana in giù dovranno richiedere il visto al consolato di Roma.
I residenti dall’Emilia Romagna in sù dovranno richiedere il visto a Milano.

Richiesta Informazioni

 

Antispam

NOTE IMPORTANTI:

Centro Servizi al Turismo declina ogni responsabilita’ sulla veridicita’ ed autorevolezza delle informazioni pubblicate sulle sue pagine, a causa della continua variazione delle normative consolari vigenti.

Cst Visti non risponde di eventuali ritardi, perdite o danni causati da corrieri, vettori o trasporti in genere.

E facoltà del cliente scegliere autonomamente il tipo di spedizione più idonea, il nostro è un servizio accessorio facoltativo.

Informativa ex art.13 D. Lgs. 196/2003 per il trattamento di dati sensibili

Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).
Ai sensi dell’articolo 13 del predetto decreto, Le forniamo quindi le seguenti informazioni.
1. I dati sensibili da Lei forniti verranno trattati, nei limiti dell’Autorizzazione generale del Garante per le seguenti finalità: Preventivi, Compilazione dei Moduli Consolari al fine di presentare la documentazione necessaria per l’ottenimento di un visto d’ingresso
2. Il trattamento sarà effettuato con le seguenti modalità:Moduli richiesta preventivi, Moduli Consolari
3. Il conferimento dei dati è facoltativo/obbligatorio (se obbligatorio specificare il motivo dell’obbligo) e l’eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza / potrebbe comportare la mancata o parziale esecuzione del contratto / la mancata prosecuzione del rapporto.
4. I dati non saranno comunicati ad altri soggetti né saranno oggetto di diffusione o i dati potranno essere / saranno comunicati ai consolati presenti nel territorio Italiano
5. Il titolare del trattamento è: Centro Servizi al Turismo srls, Piazza Cavour 6 Livorno
6. Il responsabile del trattamento è Centro Servizi al Turismo srls, Piazza Cavour 6 Livorno 7. il rappresentante del titolare nel territorio dello Stato è Centro Servizi al Turismo srls, Piazza Cavour 6 Livorno
8. In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell’articolo 7 del D.lgs.196/2003, che per Sua comodità riproduciamo integralmente:
Decreto Legislativo n.196/2003, Art. 7 – Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.